Lavoro da diversi anni nel mondo della moda. Sono una commessa di boutique e ancora prima ero commerciante. Ciò che amo del mio lavoro è aiutare le altre donne a sentirsi belle ma soprattutto aiutarle a sperimentare. Io amo quando una donna prova qualcosa di nuovo, un look che non aveva mai osato e si piace. Quando fa un passo in avanti ed inizia a giocare con la propria immagine senza rispondere alle aspettative ed ai gusti altrui, semplicemente lasciando che io la guidi ma soddisfacendo innanzitutto sé stessa.

Il processo del vestire secondo il gusto personale è come un viaggio alla scoperta della propria essenza. Nel suo piccolo questa esperienza può avvicinarsi ad una terapia tramite cui affermare la propria unicità, uscire dalle convenzioni sociali e imparare a rendere conto solo alla propria persona.

Ho sempre avuto passione per il mondo della moda fin da piccina. Già negli anni della scuola materna sentivo la necessità di scegliere cosa indossare e questo sfociava in buffi scontri con mia madre, che aveva comprensibilmente esigenze più pratiche. Da un lato mi è dispiaciuto non aver potuto intraprendere studi inerenti le mie passioni, ma in un secondo momento ho imparato che tutte le esperienze vissute pienamente hanno una loro utilità. Gli studi economici e giuridici mi hanno permesso di esercitarmi in materie poco attinenti a me e sviluppare capacità che altrimenti sarebbero rimaste inesplorate.

Però ho imparato anche che prima o poi il proprio percorso debba essere iniziato. Credo che sia importante essere autentici nella vita, credo che il proprio percorso debba essere mirato alla conoscenza e alla coltivazione dei propri talenti, non al rispondere alle aspettative altrui o all’imitazione delle esistenze altrui.

Ogni donna, ogni persona, può e deve seguire un percorso di scoperta personale, perché viviamo per fiorire, non per appassire.

Il mio sogno ora è condividere e confrontarmi con altri sui temi che più mi appassionano. Ho deciso quindi di combattere la mia ritrosia nel mostrarmi ed iniziare questo nuovo percorso, perché il senso di utilità che deriva dal diffondere idee e ispirare è talmente gratificante che, sono sicura, aggiungerà pienezza e gioia alle mie giornate.

Un abbraccio, Cristina